Report di mercato #16 sulle criptovalute riferito alla seconda settimana di gennaio 2020.

Report di mercato #16 settimanale, sul settore delle criptovalute

Report di mercato #16 sulle criptovalute riferito alla seconda settimana di gennaio 2020.

Come ogni settimana, faccio questo report di mercato per avere un quadro della situazione.

In questo report viene analizzato l’andamento del mercato nella seconda settimana di gennaio con l’uscita degli aggiornamenti sul settore.

In questo report di mercato #16, analizzo prima i dati di mercato per poi finire con le notizie di questa settimana.

Analisi del mercato

Analizzando il prezzo sulle principali 13 criptovalute per capitalizzazione, andando su Coingecko, vediamo cosa hanno fatto in questa settimana.

top 13 cripto nella seconda settimana di gennaio 2020

Come vediamo dall’immagine sopra, il Bitcoin nella settimana passato, è aumentato del 10,5% arrivando sui livelli di $8100, livelli di margine per i miners.

Stessa cosa per le restanti cripto dove in questa settimana hanno fatto segnare un aumento medio del 10%.

Ethereum, XRP, Binance coin, Cardano e Tron hanno fatto segnare performance intorno al 10%.

Invece Bitcoin Cash, Litecoin e Eos hanno avuto un netto rialzo tra il 15 e 20%.

Per quanto riguarda Bitcoin SV, questa criptovalute è sempre al centro dell’attenzione e soprattutto della speculazione facendo segnare un 45% in più.

In questa settimana il comparto è aumentato guadagnando fiducia.

La Dominance di Bitcoin è del 68.31%, rimasta invariata rispetto alla settimana precedente che era sul 68,2 %.

Mentre la capitalizzazione di mercato è aumentata del 8,66% rispetto alla settimana precedente.

Il numero di coin totali presente sul mercato è di 654, invece 401 sono gli Exchange presenti.

C’è stato un aumento di 54 nuovi progetti e nessun nuovo Exchange rispetto alla settimana precedente.

Top Ten Gainers e Top Ten Losers

I Top Ten Gainers di questa settimana, rispetto al dollaro sono stati:

in questa classifica troviamo Zap, Gexan, Presearch, ecc, tutti progetti con bassa capitalizzazione e legati alla speculazione.

Invece nella Top Ten Losers della settimana, rispetto al dollaro troviamo:

Troviamo in questa classica Bounty0x, VeriDocGlobal, Omnitude, ecc, anch’esse con bassa capitalizzazione e perdite molto rilevanti.

Mentre paragonando le altre coin rispetto a bitcoin, vediamo quali sono stati le migliori e peggiori della settimana.

Nella classifica della Top Ten gainers rispetto a Bitcoin troviamo:

Ci sono Zap, Gexan, Presearch, ecc., con performance molto alte rispetto all’andamento del Btc.

Invece nella Top Ten Losers rispetto a Bitcoin troviamo:

Come prima progetti con bassa capitalizzazione e che hanno fatto segnare perdite rilevanti intorno al -80%.

Mentre andando su Messari Crypto, possiamo raccogliere altri dati sulle varie coin.

Come possiamo vedere in questa immagine, Il bitcoin è sceso al secondo posto, al primo posto per numero di utenti attivi c’è Digibyte seguito da Ethereum, Dash e Dogecoin.

Exchange

In questo report di mercato #16 vengono analizzati anche gli Exchange e i loro volumi di scambio.

Iniziamo dicendo che ci sono 401 Exchange fino a questa settimana.

Analizzando i volumi giornaliere, i Top Ten con dati normalizzati sono: 

top ten exchange per volumi nella seconda settimana di gennaio 2020

Come possiamo vedere l’Exchange con volumi più alti è sempre Binance che rispetto al secondo ha una differenza di quasi 700 milioni di dollari.

Alla seconda posizione troviamo Huobi, a seguire UpBit, OKEx e Coinbase alla 7° posizione rimaste invariate rispetto alla settimana precedente.

Però questo è un dato sulle 24 Ore, il che, riferito ad una settimana, non sono ancora presenti dati normalizzati.

Questi dati vengono presi dal sito Blockchain trasparency istitute.

Dapps

In questo report di mercato #16, viene inserito il rapporto sulle dapps (applicazioni decentralizzate).

I dati vengono presi sul sito Dapp review, e analizzano le varie piattaforme per smart contract più importanti del settore.

classifica delle dapps nella seconda settimana di gennaio 2020

Come vediamo nell’immagine sopra, la piattaforma con maggiori utenti negli ultimi 7 giorni è Ethereum che sorpassa Tron seguita da Eos.

Il volume di scambio è controllato da Eos seguito da Ethereum  e Tron, invece il numero di dapp attive sul mercato è di 3501.

Il numero di utenti è di 68.392 in aumento del 27% e il numero di smart contract è di 15.438 in aumento del 1,00% rispetto alla settimana precedente.

Notizie della settimana

Le notizie più importanti della settimana legate al settore cripto.

1- Gli usa perdono il primato per transazioni in BTC

Secondo un articolo di cointelegraph, viene riportato che gli Stati uniti d’America hanno perso il primato per transazioni in Bitcoin.

Infatti la nazione che era stata per 5 anni consecutivi al vertice è stata sorpassata da Singapore con 7,48 miliardi di BTC.

Questo è dovuto dal fatto che, queste transazioni sono pervenute in Exchange che si occupano di derivati come BitMEx.

Proprio gli Usa, sono in bassa classificata per minori Exchange nel proprio territorio è questo li penalizza molto.

Fatto sta che il mercato delle criptovalute si sta spostando al difuori degli Usa proprio del fatto che questi non appoggiano il settore.

2- Presto vedremo la CDBC della Cina

Secondo il comunicato  del quotidiano locale Sina, La banca centrale Cinese, ha completato il design del layer principale della sua central bank digital currency.

Infatti secondo alcune notizie della fine del 2019, la banca centrale stava molto vicina al lancio dello yuan digitale comunicando che doveva essere lanciato presto.

Quindi lo sviluppo sta procedendo come previsto, sono le parole della banca e presto dovremmo vedere in atto la CBDC.

Il 2020 sarà l’anno delle CBDC, o forse sarà l’inizio di questo trend, non ci resta che seguire le notizie.

3 – La presidente della BCE è ha favore della CBDC

Christine Lagarde, presidente della Banca centrale Europea, sostiene che l’Europa ha un ruolo chiave nell’economia soprattutto bisogna approcciare alla tecnologia blockchain.

Infatti sottolinea che i rischi geopolitici, problemi negli scambi commerciali potrebbero affliggere l’economia europea.

Creando una digital currency si avrebbe uno sviluppo che ne beneficerà tutta l’economia europea.

Restando a guardare si avrebbe solo delle perdite sia di tempo che di opportunità.

Fatto sta che L’Europa continua a valutare lo sviluppo di un Euro digitale, forse il 2020 sarà l’anno della decisione, ciò non resta che seguire gli sviluppi in merito.  

Per questa settimana è tutto, vi aspetto al prossimo articolo.   

Vi segnalo anche che sono presente in:

Lascia un commento

Solve : *
5 − 2 =